Acquaconlac
acquari Verona
×
 x 

0

Pesce appartenente alla famiglia degli Acanturidi, proveniente da tutto l'oceano Pacifico, di media dimensione, molto colorato e robusto, adatto alla convivenza con pesci di barriera di altre razze e con altri Acanturidi, purchè di colore differente.

bluetangwmta_c799.jpg


 

 

 

 

 

 

 

Corpo molto appiattito, allungato, la pinna dorsale si estende per quasi tutta la schiena; livrea molto colorata, colore di base azzurro scuro, con una macchia nera a forma di chela di granchio sul fianco, pinna caudale gialla, pinne bordate di nero, lo scudetto tipico dei pesci chirurgo è presente ma poco evidente
Preferisce una vasca grande, in quanto nuota molto volentieri nel centro dell'acquario, ma anche di rifugi e nascondigli; con acqua molto ben filtrata ed aereata.
 

Si consiglia l’acquisto di esemplari giovani, più facili da acclimatare, ma soggetti alle infezioni cutanee e all’incompatibilità con pesci più vivaci. Per favorire l’acclimatazione è consigliato introdurre l’esemplare in una vasca arredata con rocce vive, in modo tale che il pesce possa nutrirsi di alghe naturali. Difatti questo pesce chirurgo è un ottimo pulitore di alghe filamentose d’acquario. Per integrare la dieta è opportuno ricorrere ad altri tipi di alghe finemente tagliuzzate ed alimenti vegetali sostituitivi come spinaci, zucchine e piante acquatiche tenere. Il pesce potrà accettare anche mangime secco di origine vegetale a scaglie o in granuli, si ricorda che tale cibi costituiscono solo un alimento supplementare alla dieta dell’animale.

Non è da escludere la somministrazione di cibi di origine animale come artemie, gamberetti e molluschi.

Una volta acclimatato, l’allevamento non presenta più grossi problemi. Sono però suscettibili alla malattia dei puntini bianchi ed a infezioni di tipo intestinale.


 


TOP

Assistenza

Chat with me

Skype Me™!

Scarica Skype e
chiamaci gratuitamente.

Assistenza telefonica:

+393482601344

+393479119953

Assistenza