Acquaconlac
acquari Verona
×
 x 

0

2.gifIl laghetto è un elemento del giardino che compare sin da epoche remote nella storia dell'uomo, oggi è considerato come il corononamento dell'archittettura del verde.

Anche voi potete crearlo facilmente senza porre limiti alla vostra fantasia!

POSIZIONAMENTO DEL LAGHETTO

Per il posizionamento è meglio scegliere una zona arieggiata e soleggiata evitando le aree alberate.

Trovata la giusta posizione, tracciate sul terreno la forma che desiderate dare al vostro laghetto

CHE TIPO DI VASCA ?

RIGIDA in Poli-Etilene , in Vetroresina, oppure vasche SEMIRIGIDE formate da teli in PVC (Poli-Vinil-Cloruro).

 

 

esempio per la costruzione di un laghetto con telo..

IL FOSSATO

laghetto-1.jpg

 

 

 

 

 

 

Scavate un fossato profondo 70 cm (o della profondità che desiderate), riservate un'area centrale per posizionare la pompa, successivamente create una zona gradino lungo tutto il bordo del fossato, questa servirà per collocare le piante  acquatiche 

p1.jpg p2.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Livellate il fondo, rimuovete pietre, radici o altri elementi che possono forare il telo, stendete uno strato di sabbia di 3 cm e adagiate il telo per laghetti, che fisserete provvisoriamente con dei sassi lungo i bord.

 

laghetto2.jpg

laghetto-3.jpg

 

 

 

 

 

 

p3.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Aggiungete della ghiaia di media granulosità per un 'altezza di circa 10-15 cm sul fondo del vostro laghetto, in questo modo si crea un nuovo fondo naturale.

{mospagebreak} 

Riempite d'acqua il laghetto fino a metà in modo di ultimare il bordo.

p4.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Posizionate il vostro filtro (pompa o filtro/pompa) in una zona accessibbile  per le operazioni di manutenizone successive.

Riempite d'acqua il laghetto.
 
A questo punto potete procedere al taglio del telo in eccesso, prestando attenzione a lasciare fuoriuscire dal bordo almemo 15 cm.

lagehttio5.jpg

  {mospagebreak}

Sopra al telo in uscita potete creare una bordatura di pietre

esempi:

laghetto7.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 {mospagebreak}

          
          

SPACCATO RIASSUNTIVO DEL LAGHETTO

backyard-pond-overview.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1 FOSSATO

2 STRATO DI SABBIA

3 TELO

4 POMPA/FILTRO

5 TUBO DEVIATORE DI FLUSSO

6 CAVO ELETTRICO 

7 CASCATA

8 BORDO CON PIETRE

{mospagebreak}

ALCUNE IDEE PER IL VOSTRO LAGHETTO

800px-garden_pond_3.jpg

 

 fish_pond3.jpg

 

 

 

 

garden-ponds2.jpg

 

 

 

 

 koi-pond.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 {mospagebreak}

LE PIANTE GALLEGGIANTI 

LE NINFEE

Genere costituito da circa cinquanta piante acquatiche perenni rizomatose, esistono specie rustiche e specie tropicali.
Quelle rustiche sopravvivono senza problemi alle temperature italiane, non necessitano di particolari cure, vanno immesse in vasche con la profondità dell’acqua che va da 40 cm. a oltre un metro. Possono essere piantate in vasi di plastica forati oppure direttamente nel terreno della vasca. Le ninfee tropicali necessitano di profondità minori, devono essere ritirate durante l’inverno in luoghi con temperature che si mantengono sui 10 gradi.
Si moltiplicano in primaimagesv.jpgvera per divisioneimagesfwa.jpg dei cespi rizomatosi.
images.jpg
 
  

 

 

 

 

Pistia stratoties

Pianta galleggiante con folgie vellutate disposte a rosa di colore verde chiaro,lunghe circa 10 cm, necessità di ampi spazi si riproduce per moltiplicazione vegetativa molto facilmente, produce lunghi stoloni, all'aperto non soppravvive all'inverno, ottima anche in acquari aperti perchè assorbe i nitrati.

pistia.jpg

 

 

 

 

 

 

Eichornia crassipes (giacinto d'acqua)

Pianta galleggiante, ha bisogno di molta luce, temono il freddo non sopportano temperature inferiori ai 10-15 gradi in inverno vanno ritirate in casa.La moltiplicazione  avviene sia attraverso  implollinazione sia, più frequente,con lo sviluppo di getti laterali in estate ,tende a formare delle ampie colonie.

In primavera forma un'infiorescenza costituita da una spiga di numerosi fiori blu-viola. Si sviluppa al meglio in aqua tenera e mediamente ricca  di nutrienti con una buona illuminazione.

giacinto_dacqua_in_fiore.jpg

 

 

 

 

 

 

Lemna minor (Lenticchia d'acqua)

Si propaga per frammentazione delle lamine fogliari, predilige acque ricche di nutrienti e non troppo dure,si sviluppa conestrema facilità  fino a coprire anche l'intera superficie del laghetto,resiste anche durante la stgione invernale.

lema.jpg

 

 

 

 

 

Salvinia spp.

Ne esistono di varie specie normalment importate ,tranne una Salvinia natas che è presente in Italia in acque poco mosse resiste anche durante la stagione invernale.

salv.jpg

 

 

 

 

{mospagebreak} 

LE PIANTE SOMMERSE

Sono le più importanti per l'equilibrio biologico nel laghetto, arricchiscono l'acqua di ossigeno ed eliminano le sostanze nocive.
 
eurasian_watermilfoil.jpgew.jpg
 
 
 
Myriophyllum
spicatum                Ceratophyllum    

 

 

LE PIANTE PALUSTRI (per il bordo del laghetto)

Acorus calamus variegatus

Le foglie sono ensiformi listate di bianco; infiorescenza a spadice con piccolissimi fiori giallastri.

acoruscalamusvariegatus070603.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

Iris 

Pianta fiorita presente in un numero di varietà cospicuo, le foglie sono  sottili, allungate che appaiono disposte a ventaglio, il colore è opaco oppure lucido dal verde al grigiastro. In floricultura gli Iris sono suddivisi principalmente in due gruppi: rizomatosi e bulbosi, i primi sono molto più diffusi.
img04295.jpg
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
{mospagebreak} 
 
I PESCI PER IL LAGHETTO
 
Il Pesce rosso
 
paaqx.jpg E' meglio allevare un gruppetto di pesci rossi in questo modo avremo anche la possibilità che si riproducano, oltre al comune pesce rosso Carassius auratus esistono altre  bellissime  varietà da laghetto e piccoli stagni da esterno

Carassius auratus Shubunkin imagessu.jpg

 

 

 

Carassius auratus Cometa

imagescom.jpg

 

 

 

Carassius auratus Fantail

gf.jpg

 

 

 

 

I pesci rossi sono ottimi divoratori di larve di zanzare Carassi come gli Oranda, i Testa di Leone, Chicchi di Riso e altri non sono adatti ai  nostri laghetti, non tollerano le basse temperature degli inverni.

 

Le Carpe Koi

Originarie della Cina, le carpe koi sono robuste e rustiche
sono molto longeve, tanto che alcune fonti riportano di un soggetto capace di superare il secolo d’età. L'acqua  del laghetto deve essere sottoposta ad u
n'efficiente filtraggio o a ricambio parziale, la temperatura ideale è intorno ai 20°C
Hanno un appetito incredibile, le piante acquatiche tenere sono divorate in men che non si dica e anche il terriccio delle sponde, se è ricco di sostanza organica!Durante l'inverno resistono bene al freddo.

 koi3.jpg

 

Gambusia affinis

Piccolo pesciolino originario dell'America settentrionale, è un buon divoratore di larve di zanzara e perciò valido per la lotta contro le zanzare stesse.
Non sopravvive durante i rigidi inverni.
Dimensioni: 3-6cm / Temperatura: 5-38°C.

imagesgamb.jpg

 


TOP

Assistenza

Chat with me

Skype Me™!

Scarica Skype e
chiamaci gratuitamente.

Assistenza telefonica:

+393482601344

+393479119953

Assistenza